I prossimi iPhone saranno prodotti da macchinari Google?

In quella che potrebbe essere definita come una svolta piuttosto divertente, i futuri iPhone potrebbero essere costruiti da robot Google poiché la divisione robotica della società aiuta Foxconn per “accelerare la distribuzione dei robot” nei suoi stabilimenti.

foxconn

Il Wall Street Journal riporta che Foxconn era alla ricerca di assistenza per automatizzare sue linee di produzione, mentre Google si propone di introdurre robot per processi di produzione che finora sono stati in gran parte manuali. E’ importante precisare che ci vogliono circa 600 persone per produrre ogni iPhone.

Foxconn ha lavorato dallo scorso anno con l’ex dirigente Android Andy Rubin per realizzare la divisione robotica della società statunitense. Per accelerare la distribuzione dei robot nelle sue fabbriche, il presidente Foxconn Terry Gou ha incontrato Rubin a Taipei per discutere sulle nuove tecnologie robotiche.

Nel corso della riunione, Gou ha espresso entusiasmo per le nuove tecnologie di automazione mostrate da Rubin, secondo quanto riportato dalle fonti. Rubin ha inoltre richiesto a Gou l’integrazione di una società specializzata che Google sta acquisendo per inserirla tra le linee di ingegneria meccanica della Foxconn.

Google ha acquisito ben otto società di robotica nel corso dello scorso anno, con il probabile obbiettivo di creare un sistema operativo robotico. Foxconn d’altra parte sta cercando di ridurre i costi operativi e aumentare l’efficienza. “Foxconn ha bisogno dell’aiuto di Google per intensificare l’automazione nelle sue fabbriche“, ha detto Wanli Wang, analista della CIMB Securities.

Considerando che Apple è il cliente più importante della Foxconn, e che quest’ultima si sta accordando con Google per nuovi macchinari robotici, non è assurdo credere che i prossimi iPhone saranno in parte anche made by Google.

Via | 9to5mac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: