Ecco come Apple ha progettato la selezione del testo su iPhone

Come ben sapete, l’iPhone originale è stato commercializzato senza le utilissime funzioni taglia, copia e incolla, o qualsiasi forma di selezione del testo. Sicuramente era una funzione inserita nelle “cose da fare” della società, ma ci è voluto un bel pò di tempo per ottenere un risultato ottimale. Questo è accaduto solo con iOS 3.0, e l’uomo che ha contribuito a renderla una realtà è Bas Ording.

sel

Il primo iPhone ha rappresentato una vera e propria rivoluzione nel campo della tecnologia mobile, ma come tutte le prime novità, c’era la necessità di migliorarlo. Una delle principali funzioni di cui gli utenti sentivano fortemente la mancanza era proprio la selezione del testo assieme alle opzioni taglia, copia e incolla.

Ecco le dichiarazioni di Bas Ording:

L’idea che ci ha colpito erano le ‘maniglie’ all’inizio e alla fine della selezione di testo che l’utente è in grado di muovere. Alcune persone le chiamavano ‘lecca-lecca’ per la notevole somiglianza, e abbiamo testato un mucchio di idee diverse per migliorare la funzione di selezione.

Il tutto è iniziato con delle ‘maniglie’ molto più grandi. Abbiamo finito per renderle più piccole, fino a trasformarle il semplici puntini. Vedete, le dita sono in realtà piuttosto precise. Se c’è un granello di sabbia sulla scrivania, si può facilmente raccoglierlo nonostante sia solo un puntino. Sullo schermo i puntini sono piccoli, ma nel software l’area attiva invisibile è molto più grande, quindi sono facili da afferrare.

Da allora un sacco di altre cose tra cui lo stile dei font, le definizioni, e anche l’inserimento di immagini, sono state inserite nel menu di scelta rapida della selezione del testo. L’intervista con Ording è una lettura interessante, poichè racchiude in sè la storia della nascita di una funzione di iOS davvero fondamentale.

Voi pensate che possa essere ulteriormente migliorata la selezione del testo?

Via | iMore

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: