Tutela del consumatore: Apple inizia a rimborsare gli acquisti iTunes effettuati da utenti minorenni

Non di rado ci giungono notizie di quanto il web, soprattutto considerando la facilità con cui oggigiorno vi si può accedere, possa celare pericoli di varia natura sopratutto per quanto concerne gli utenti più giovani. Già in passato, aziende come Apple hanno effettuato massicci cambiamenti sui metodi di accesso a portali con contenuti a pagamento come iTunes soprattutto considerando gli ingenti risarcimenti elargiti agli acquirenti. A tela proposito, proprio Apple offre un’interessante novità nel caso in cui l’acquisto sia stato effettuato da un minore.

buy

Proprio a fronte degli ammonimenti della Federal Trade Commission, che prevedevano 30 giorni per il rimborso di 32.500.000 dollari, Apple ha avviato le pratica di rimborso per gli acquisti in-App idonei.

Le istruzioni per avviare il processo di rimborso, vengono rilasciate agli utenti a mezzo email, messaggi dai quali sarà possibile accedere alla modulistica adatta alla richiesta. All’interno dei su citati moduli, l’utente avrà la possibilità di esporre i problemi inerenti al suo acquisto e, se Apple una volta elaborato il caso lo reputerà opportuno, ricevere l’eventuale rimborso dell’acquisto.

Il testo delle email di cui parliamo è il seguente:

Gentile proprietario dell’account iTunes,

Apple si impegna a fornire a genitori e bambini un’esperienza unica su App Store. Passiamo in rassegna tutti i contenuti delle app prima di introdurle nel nostro store, forniamo una vasta gamma di contenuti adatti alla loro età e includiamo controlli parentali in iOS per rendere più facile per i genitori la limitazione o disabilitazione dell’accesso ai contenuti.

Abbiamo ricevuto segnalazioni da alcuni clienti che ci informavano dell’eccessiva semplicità per i loro bambini di effettuare acquisti in-app. Per queste ragioni, abbiamo migliorato i controlli per i genitori in modo che possano gestire meglio gli acquisti dei loro figli o limitarli completamente. Inoltre, in alcuni casi stiamo offrendo rimborsi.Si prega di seguire la procedura per presentare una richiesta di rimborso:

  • Trova la tua ricevuta di acquisto in-app. Controlla la tua e-mail per le ricevute di iTunes o utilizza un computer per accedere al tuo account iTunes e visualizzare la Cronologia acquisti.
  • Utilizza questo link per inviare la vostra richiesta di rimborso ad Apple.
  • Fornisci le informazioni richieste e immetti la dicitura “rimborso per acquisti in-app effettuati da un minore” nella sezione Dettagli.

Apple rivedrà la vostra richiesta e vi contatterà via email sullo stato del rimborso. Tutte le richieste di rimborso devono essere presentate entro e non oltre il 15 aprile 2015.

Per non arrivare al caso in cui sia necessario intervenire mediante rimborso, Apple ha già provveduto a potenziare il canale di acquisto:

  • Nel caso in cui passino più di 15 minuti tra un’operazione e l’altra ad esempio, è necessario il reinserimento della password.
  • Le modalità e i termini di acquisto sono rese ancora più chiare in una pagina dedicata.

Tutto questo riguarda solo gli Stati Uniti, dove è stata avvita la Class-Action tempo fa, ma siamo curiosi di sapere se anche voi avete avuto situazioni simili, come vi siete comportati o come le avete prevenute.

Via | 9to5mac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: