Apple intenzionata a creare un sistema per bloccare la possibilità di scrivere SMS mentre si guida

Il numero di morti a seguito di incidenti stradali aumenta sempre di piùed in questo periodo stiamo vedendo numerose campagne pubblicitarie, anche nelle TV italiane, per sensibilizzare gli utenti al fine di evitare che utilizzini il cellulare per scrivere messaggi di testo durante la guida. Apple sembra avere questo tema veramente a cuore e sta lavorando ad un sistema in grado di bloccare l’applicazione messaggi quando ci si trova alla guida.

sms-driving-iphone

Grazie a CarPlay e Siri Eyes Free, Apple riesce già a garantire all’utente la possibilità di leggere i messaggi e scriverne di nuovi senza distrazioni, tenendo gli occhi sulla strada ed utilizzando soltanto i comandi vocali. Tuttavia, l’azienda di Cupertino vuole andare oltre e fare qualcosa di ancora più utile.

In un documento depositato quest’oggi presso l’Ufficio U.S. Patent Trademark, si legge di un sistema in grado di bloccare l’applicazione messaggi quando si è alla guida. In realtà i sistemi brevettati sono due, il primo è completamente autonomo ed automatico mentre il secondo necessita di alcuni sensori nell’automobile.

Il funzionamento del primo sistema è molto semplice, attraverso l’accelerometro, il sensore di luminosità ed il GPS, l’iPhone sarà in grado di rilevare non solo il movimento ma anche la velocità e di conseguenza capirà che ci troviamo all’interno di una vettura, bloccando l’utilizzo dei messaggi.

9024-472-140422-Lockout-l

Il secondo sistema invece, attraverso dei sensori, riuscirà a stabilire le zone sicure e le zone non sicure all’interno di un’automobile. In particolare, tutti i passeggeri potranno utilizzare i messaggi in quanto posizionati in zone sicure mentre il guidatore trovandosi in una zona non sicura avrà l’accesso bloccato a questa funzionalità.

Con un sistema simile integrato in ogni telefono il numero di incidenti potrebbe sensibilmente ridursi.

Via | AppleInsider

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: