Gli utenti Android stanno vendendo i propri Samsung per passare ad iPhone 6

Gazelle, il più grande portale americano che si occupa dell’acquisto di smartphone usati o rotti in cambio di denaro liquido, ha analizzato le richieste di vendita negli ultimi 4 giorni, evidenziando l’influenza che ha avuto l’annuncio di Apple sui consumatori relativo all’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus.

iphone-6-samsung-ios-andoird

Da quando Apple ha presentato i nuovi smartphone, il portale ha registrato un’incremento delle inserzioni del 293%, registrando ben 480 nuovi annunci di vendita al minuto!

Questo dato è completamente in linea con quanto detto stamattina: L’iPhone 6 sta gettando le premesse per battere i record precedenti di vendita, avendo già registrato dei numeri altissimi per i preordini, senza alcun precedente.

Apple non ha mai nascosto di aver prodotto iPhone più grandi per conquistare una fetta di utenti più ampia, quelli Android. I produttori che basano i propri smartphone su Android hanno ormai abituato l’utenza ad utilizzare dei display più grandi. Basta pensare a Samsung, con i suoi Galaxy o i Note, che stava monopolizzando la scena degli smartphone da 5 pollici o superiori, ottenendo il consenso di tantissime persone.

Secondo le previsioni, con l’iPhone 6 saranno tanti gli utenti Android che passeranno ad iOS, stabilendo un successo senza precedenti per Apple. Ovviamente anche gli utenti iOS stanno vendendo i “vecchi” dispositivi per acquistare il nuovo smartphone, ed in particolare la percentuale più alta riguarda i possessori di un iPhone 5 (47%), seguiti subito da quelli con un 5S (34%).

In Italia questa tendenza sembra essere diversa: stando alle statistiche del Mercatino iSpazio, il numero di iPhone 5S usati messi in vendita per passare all’iPhone 6 è maggiore di quello degli iPhone 5.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: