Steve Wozniak parla delle origini di Apple e sfata il ‘mito’ del garage di Steve Jobs

La Apple Computers è stata recentemente nominata la decima idea più dirompente degli ultimi 85 anni da Businessweek. Per celebrare l’incredibile importanza dei computer Apple I e Apple II nel processo di rivoluzione digitale, la rivista ha intervista il co-fondatore della società californiana Steve Wozniak, che ha discusso dei primi giorni di Apple come società, sfatando anche qualche mito.

wozjobs

Wozniak ha raccontato di come era lavorare con Steve Jobs durante gli anni del liceo e di come i due fondarono la società con Ron Wayne, ma ha anche affermato che mentre lui si era già reso conto dell’imminente rivoluzione informatica, per Jobs c’è voluto un po’ più di tempo.

Lui diceva sempre di voler essere una di quelle persone che fanno evolvere il mondo, ma non riusciva a creare e a progettare le cose come facevo io. Steve voleva una società a tutti i costi. Il suo pensiero non era rivolto esclusivamente a ciò che i computer avrebbero potuto realmente fare. Steve ha trovato le parole per spiegare le potenzialità di questi computer e ha capito quanto fossero importanti un po’ più tardi di me.

Apple_Garage

Wozniak e Jobs crearono poi l’Apple II, che divenne il primo computer a vendere 1 milione di unità. Il garage della casa dei genitori di Steve Jobs viene spesso citato come il luogo in cui la Apple Inc. è stata creata, ma Woz ha demistificato questo racconto, definendolo “poco più che un mito“. La maggior parte del lavoro su Apple I è stato fatto, infatti, presso la Hewlett-Packard (dove Wozniak al tempo lavorava), e quindi non nel garage.

Via | CultOfMac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: