La CIA avrebbe attuato un programma per compromettere la sicurezza dei dispositivi Apple

I ricercatori della United States Central Intelligence Agency (CIA) hanno lavorato per diversi anni al superamento delle misure di sicurezza dei dispositivi Apple, e potrebbero averlo fatto grazie alla creazione di un versione modificata di Xcode, software progettato da Apple per gli sviluppatori.

ciaapple

Secondo i documenti segreti ottenuti da The Intercept, i ricercatori che hanno lavorato con l’agenzia avrebbero presentato i loro lavori in una riunione annuale chiamata “Jamboree”. Tra questi spiccano una versione modificata di Xcode e un aggiornamento modificato per OS X, attraverso i quali potrebbero essere stati installati software dannosi come keylogger.

I ricercatori hanno inoltre dichiarato che potrebbero anche utilizzare questa versione modificata di Xcode per rubare dai dispositivi interessati password, messaggi, e dati provenienti da più applicazioni.

E’ importante sottolineare che la CIA non ha scoperto una backdoor nei sistemi operativi di Apple, ma ha piuttosto attaccato punti specifici ritenuti vulnerabili.

Apple ha in diverse occasioni dichiarato di non aver mai lavorato con le agenzie governative per creare delle backdoor nei loro dispositivi e software. In particolare, il CEO Tim Cook ha spesse volte sottolineato quanto la privacy sia importante per la società.

Via | iMore

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: