Apple brevetta un nuovo metodo per la gestione delle playlist

Sin dall’uscita di iPod, che ha letteralmente rivoluzionato il modo che gli utenti avevano di usufruire della loro musica preferita in mobilità, il nome di Apple è sempre stato associato con l’esperienza musicale. Un legame che, soprattutto negli ultimi tempi, è andato saldandosi sempre più grazie all’acquisto di Beats e il relativo servizio di streaming musicale. Un nuovo brevetto presentato potenzia e migliora la gestione delle playlist da sorgenti multiple e dal cloud.

addio iPod classic

Il brevetto depositato presso il Patent & Trademark Office statunitense è il numero 8,983,905. Ricordiamo comunque che Apple deposita un numero veramente spropositato di brevetti ogni anno ma che la maggior parte di questi restano spesso inutilizzati ma in cantiere per futuri sviluppi.

Quello di cui parliamo oggi migliora la fruizione delle playlist create da sorgenti multiple e la loro sincronizzazione con il Cloud.

Merging-Playlists-Patent

In pratica in caso di modifiche effettuate da dispositivi disconnessi dal web, la nuova tecnologia presentata si preoccuperebbe di risolvere le discrepanze dovute alla mancata sincronizzazione: vengono create due playlist di cui una viene categorizzata come sovrainsieme e salvata, mentre il sottoinsieme, definito incompleto, viene cancellato.

Un brevetto di questo tipo è stato reso necessario dato il sempre più crescente utilizzo del Cloud soprattutto da dispositivi mobile che spesso si disconnettono dallo storage in maniera inaspettata generando file incompleti.

Via | AppleDailyReport

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: