Facebook e i “falsi mi piace”: la battaglia non è finita

Data la vasta presenza di profili fasulli e di quelli che vengono chiamati “i falsi mi piace” sono molti gli utenti che si sentono sfiduciati dai social network. Facebook non molla l’osso e continua la sua battaglia spiegando alcune tecniche utilizzate per debellare quella che sta diventando una vera e propria piaga mediatica.

sicurezza facebook

Tra i vari espedienti elaborati dal team di Mark Zuckerberg vi è il riconoscimento dei pattern legati ad attività illecite e l’invio di notifiche agli amministratori di pagina.

E’ da ottobre che il social network sta impiegando diverse risorse per la sperimentazione di metodi di protezione, ma al fine di fermare la crescita del fenomeno rivela alcune strategia per individuare i falsi mi piace che vengono letteralmente coltivati e venduti a blocchi.

In pratica una volta individuata un’attività sospetta al cui apice potrebbe esserci un bot, il social network apre subito un’indagine ben mirata per verificare o smentire i timori percepiti.

Come provvedimento diretto, nel caso in cui vengano individuati comportamenti illegali, Facebook rimuove i falsi mi piace, blocca gli account fasulli e invia comunicazione all’amministratore di pagina sensibilizzandolo alla ricerca di fan autentici.

 

 

Data la vasta presenza di profili fasulli e di quelli che vengono chiamati “i falsi mi piace” sono molti gli…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: