Apple ancora in negoziazione con le case discografiche per il suo servizio di streaming

Se i rumor finora trapelati nel web dovessero essere veritieri, mancano solo pochi giorni alla presentazione della versione Apple di Beats Music, un nuovo servizio di streaming musicale made in Cupertino. Nonostante la presentazione sia datata per la WWDC pare che l’azienda sia ancora in trattative con le principali case discografiche.

beats-music

Secondo quanto riportato da Bloomberg le trattative sono ancora in alto mare non riuscendo le due parti a trovare un accordo che le soddisfi.

Innanzitutto bisogna ricordare che primo obiettivo di Apple era fornire un servizio competitivo dal punto di vista economico proponendo un più economico abbonamento da 7.99$, proposta che è stata poi bocciata dalle case discografiche che hanno costretto l’azienda californiana a rientrare sulle sue decisioni.

Inoltre, attualmente le case discografiche ottengono il 55% dell’abbonamento da 9.99$ mensili di Spotify mentre gli editori ne percepiscono il 15%; negli accordi con Apple la richiesta era di far salire questa percentuale almeno al 60% (per quanto riguarda le case discografiche).

Quello che differenzierebbe il servizio di Apple da quello dei principali competitor sarebbe inoltre la fruizione di contenuti esclusivi come video, canzoni e biografie. Gli artisti stessi, infatti, godranno di una pagina personale su cui potranno caricare contenuti speciali da condividere in modo esclusivo con i fan che decidono di abbracciare il uovo servizio di streaming.

Via | MacRumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: