Samsung: Il 2016 sarà un anno difficile. Il Galaxy S7 probabilmente sarà identico all’S6

Il settore smartphone di Samsung è in crisi. E’ ormai da tempo che continuiamo a leggere questa frase ma a darci una percezione più reale del suo significato è proprio il nuovo CEO Ko Dong-Jin che formalizza il tutto con dichiarazioni fortissime: “il 2016 non sarà un anno felice per la divisione mobile di Samsung”.

samsung galaxy s7 mockup

Il successo raggiunto dall’azienda con il Galaxy S3 ed S4 non si è ripetuto con i due modelli successivi. I motivi sono da ricondurre alla crescita di Apple nel mercato orientale ma anche ai marchi cinesi che stanno ottenendo un successo sempre maggiore: tra questi spiccano Xiaomi ed Huawei. Quest’ultimi infatti, producono smartphone di qualità a prezzi vantaggiosi, cosa che Samsung, soprattutto con l’S6, non sta più facendo essendo entrata in una fascia più alta, al pari (o superiore) ad Apple, ritrovandosi poi di fatto con un “pugno di mosche” perchè tra i due marchi molte persone stanno preferendo proprio l’iPhone.

Il prestigio e l’attrattiva del marchio “Galaxy” si sta quasi del tutto perdendo.

Nell’ultimo trimestre dell’anno, la divisione mobile ha chiuso con un calo del 9% sul fatturato. Il CEO ha inoltre dichiarato che proprio per questi motivi non sono previste particolari rivoluzioni, ma soltanto una rimodulazione del business per affrontare meglio le prossime sfide.

Alcune informazioni e rumors dalla rete sostengono che il prossimo Galaxy S7 avrà un design del tutto identico all’S6 (come se fosse una sorta di modello “S”), proprio a causa di questa crisi che non vedrà investimenti sul lato design ma soltanto componenti hardware più recenti.

Il settore smartphone di Samsung è in crisi. E’ ormai da tempo che continuiamo a leggere questa frase ma a…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: