Sbloccare l’iPhone 5C di San Bernardino è costato oltre un milione di dollari

Il direttore dell’FBI James Comey ha lasciato trapelare dettagli significativi sull’elevata cifra pagata per riuscire a sbloccare l’iPhone 5C della strage di San Bernardino.

apple-fbi

Secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters, il direttore avrebbe affermato che la spesa pagata agli hacker per riuscire ad accedere ai contenuti dell’iPhone 5C dell’autore della strage di San Bernardino sarebbe equivalente al suo stipendio di 7 anni e 4 mesi.

Considerando che lo stipendio annuale di Comey è di 183.300 dollari, l’operazione è presto fatta: dalle casse dell’FBI, più o meno direttamente, sarebbero usciti circa 1,34 milioni di dollari.

Stando a quanto dichiarato da fonti anonime molto vicine alla polizia, il dispositivo non conteneva né contatto né messaggio che potessero coinvolgere altre persone nelle indagini ed è stato utile per capire che l’attentatore e la moglie non sarebbero entrati in contatto con altri individui per organizzare l’attentato.

Nonostante le poche informazioni rinvenute in seguito allo sblocco, il direttore Comey resta convinto che ne sia valsa la pena.

Via | MacRumors

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: