La batteria del vostro iPhone non è più prestante come un tempo? Ecco il motivo

C’è un nuovo problema che riguarda le batterie di alcuni modelli di iPhone, incluso il 6s. Certo, Apple investigherà e risolverà il bug che causa spegnimenti improvvisi anche quando la batteria ha una percentuale di carica superiore al 30%, ma è importante capire come questi componenti funzionano.

iphonericarica

Proprio come quelle utilizzate in altri prodotti (non solo smartphone), le batterie degli iPhone invecchiano. Più vengono utilizzate – e gli smartphone, lo sappiamo, vengono ricaricati molto spesso – più è alta la possibilità che peggiorino le loro prestazioni. Quindi, anche acquistando oggi il nuovo iPhone 7/7 Plus, potreste riscontrare problemi alla batteria dopo circa un anno di utilizzo.

Sappiamo che Apple ha recentemente lanciato un nuovo programma per la sostituzione gratuita delle batterie di alcuni iPhone 6s, ma anche i modelli precedenti possono creare qualche problema ai rispettivi proprietari sotto questo punto di vista. Per capire esattamente cosa succede, vi segnaliamo un nuovo video pubblicato da Business Insider (che non possiamo includere nell’articolo perché è richiesto un abbonamento), che mostra come funziona una batteria a litio e spiega perché la capacità massima di questa possa diminuire nel corso degli anni.

Le reazioni chimiche all’interno delle batterie sono alla base del funzionamento di quest’ultima, ma sono anche responsabili del suo deterioramento. All’aumento del numero dei cicli di ricarica corrisponde un calo della carica massima.

Gli utenti ricaricano il proprio iPhone quasi una volta al giorno, quindi ipotizziamo circa 300 cicli all’anno (ma potrebbero essere anche di più). Ebbene, stando al video di Business Insider, la capacità massima di una batteria diminuisce del 20% dopo 400 cicli.

Via | BGR

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
52
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: