Confronto tra il MacBook Pro 2016 e il primo portatile Apple [Video]

Nel 1989 Apple presentò il suo primo laptop, il Macintosh Portable. In questo articolo vi proponiamo un confronto tra quest’ultimo e il MacBook Pro con Touch Bar, svelato dalla società di Cupertino ad Ottobre 2016.

confrontomacbook

Il MacBook Pro 2016 di Apple, che dispone dell’innovativa Touch Bar, è un notebook dalle grandi caratteristiche, ma le critiche comunque non sono mancate. Il colosso tech californiano, ad esempio, ha infatti deciso di rimuovere il popolare connettore MagSafe, il lettore di card SD, e di rinunciare all’iconico logo “luminoso” sulla scocca esterna.

Mettiamo però da parte le critiche, l’argomento di questo articolo è infatti il confronto (impossibile sotto certi punti di vista) tra il MacBook Pro e il primo computer portatile che Apple ha lanciato nel Settembre del 1989.

Partiamo con il dire che il Macintosh Portable era molto caro ed era disponibile in un numero limitato, cosa che potrebbe essere detta anche per gli attuali MacBook Pro. Le differenze tra le due macchine sono enormi, come è giusto che sia dopo quasi trent’anni di innovazioni tecnologiche. Nonostante ciò, il confronto è comunque interessante ed è proposto in un video di Canoopsy, che trovate in calce all’articolo.

Il Macintosh Portable, lanciato in un periodo in cui alla guida di Apple non c’era Steve Jobs, pesava 16 libbre (circa 7,3 kg), il nuovo MacBook Pro da 13″ con Touch Bar pesa invece solo 3 libbre (circa 1,4 kg). Le differenze sono ovviamente molte e riguardano anche i materiali utilizzati. Per il Portable infatti è stata utilizzata molta plastica, mentre sugli attuali Mac questa è davvero una rarità.

Per tutte le altre differenze vi lasciamo al video:

Nel 1989 Apple presentò il suo primo laptop, il Macintosh Portable. In questo articolo vi proponiamo un confronto tra quest’ultimo e…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: