Cambio di rotta per Consumer Reports: ora raccomanda il MacBook Pro 2016 [Video]

Consumer Reports ha pubblicato un nuovo rapporto riguardante il MacBook Pro 2016 di Apple, e in seguito ai nuovi test, il magazine ora consiglia l’acquisto dell’ultimo notebook della società di Cupertino, caratterizzato dall’innovativa Touch Bar.

Nei nuovi test, condotti utilizzando una versione beta di macOS che risolve il problematico bug riguardante Safari, le tre varianti del nuovo MacBook Pro “si sono comportate bene”.

Il modello da 13″ senza Touch Bar ha garantito 18.75 ore di autonomia, la versione con la barra OLED poco più di 15 ore, e, infine, il modello di alta fascia da 15″ con Touch Bar circa 17 ore. I punteggi generali dei nuovi notebook di Apple sono quindi aumentati (rispetto ovviamente ai primi test), e di conseguenza sono stati inclusi da Consumer Reports nella lista delle macchine consigliate per l’acquisto.

Ricorderete che in una prima occasione, la redazione di Consumer Reports sconsigliò l’acquisto dei nuovi MacBook Pro proprio a causa dei problemi riguardanti le batterie. Apple però non è rimasta con le mani in mano e ha rilasciato pochi giorni fa un’importante patch, che ha certamente contribuito alla rivalutazione dei notebook.

Dopo aver effettuato i nuovi test, CS non può che consigliare a tutti gli utenti di scaricare la patch correttiva in questione. Questa può essere scaricata tramite il programma Apple Beta Software – assicuratevi di aver installato macOS Sierra 10.12.3 beta (build 16D25a). Chiaramente la release sarà prossimamente disponibile per tutti gli utenti.

Il capitolo “Consumer Reports – MacBook Pro 2016” si chiude quindi positivamente per Apple, che può contare ora anche sul giudizio positivo di un magazine che rappresenta oggi un punto di riferimento nel mondo tech.

Via | MacRumors

Consumer Reports ha pubblicato un nuovo rapporto riguardante il MacBook Pro 2016 di Apple, e in seguito ai nuovi test,…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
1
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: