Notizie

Apple deve affrontare un aumento delle tasse sull’importazione degli iPhone in India

Ieri sera è stato comunicato che il governo indiano ha aumentato le tasse per l’importazione dei dispositivi mobili passando dal 10% al 15%. Questo provvedimento danneggerà sicuramente diverse aziende ma più di tutte, Apple.

Non solo sull’importazione degli smartphone è stato applicato l’aumento delle tasse, bensì anche su videocamere e televisori, su i quali hanno raggiunto il 20%.

il provvedimento porterà certamente un bel guadagno allo stato ma la motivazione ufficiale è che il governo con questa mossa auspica di incentivare la produzione di questi dispositivi tecnologici all’interno del Paese. Al momento attuale Apple assemblava un solo dispositivo in India, l’iPhone SE, mentre importava tutti gli altri modelli.  E’ probabile che ora Apple sia costretta a dover assemblare localmente anche altri modelli.

Ma non è tutto, il governo indiano ha infatti fatto sapere che ha intenzione di continuare su questa linea e che vuole applicare nuove tasse sulle importazioni a una maggiore varietà di componenti al fine di incoraggiare la produzione locale. Apple si è subito dimostrata aperta all’idea dello sviluppo di una catena di approvvigionamento locale, puntualizzando che è necessario però del tempo e che il governo dovrebbe tenerne conto prima di muoversi in questa direzione. E’ improbabile che il governo accetti la richiesta di Apple, indi l’azienda si troverà a dover accusare il colpo, non è difficile immaginare che i prezzi dei dispositivi, a questo punto, aumentino.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!