Apple Arcade

Alcuni sviluppatori parlano della loro esperienza con Apple Arcade

Secondo un nuovo rapporto, gli sviluppatori sono molto contenti di essere entrarti a far parte di Apple Arcade, piche offre molti vantaggi.

Nelle ultime settimane, sono stati aggiunti tre titoli importanti ad Apple Arcade: “Game of Thrones: Tale of Crows” di Devolver Digital, “Next Stop Nowhere” di Night School Studio e “The Last Campfire” di Hello Games.

Un nuovo rapporto di TechRadar offre uno sguardo più da vicino allo sviluppo dei giochi, al modo in cui Apple gestisce la piattaforma di gioco e come si pone nei confronti degli sviluppatori.

Il co-fondatore di Night School Studio Sean Frank, ha spiegato che, sebbene fosse scettico sul ruolo dei giochi premium nel mondo di oggi, Apple Arcade è stata una scelta allettante per “Next Stop Nowhere” per diversi motivi.

Innanzitutto, la piattaforma non consente ai giochi di offrire acquisti in-app di alcun tipo ed Apple Arcade ha anche permesso allo studio di raggiungere un pubblico più ampio:

“Ero abbastanza dubbioso che un gioco premium potesse ancora sopravvivere in questo mondo”, ha detto Sean Krankel, co-fondatore di Night School Games. “Su iOS stiamo raggiungendo i tween che leggono creepypasta e un pubblico molto più ampio.”

Krankel ha notato che o studio ha apportato solo una modifica a “Next Stop Nowhere” prima di lanciarlo su Apple Arcade: istruzioni più chiare su quando fare una pausa.

“Considerando che negli altri nostri giochi non sai quando fermarti: ti pieghi all’indietro e giochi per un’ora; adesso abbiamo diviso il gioco in capitoli”.

Per quanto riguarda il titolo Devolver Digital “Game of Thrones: Tale of Crows“, il creatore Jake Hollands ha affermato che non doversi preoccupare della monetizzazione ha consentito lo sviluppo di un “gioco più sano“.

“L’idea principale era quella di renderlo un titolo “sano'” che prende questo stile di gioco e lo usa in un modo che si adatta alla vita del giocatore, invece di cercare di tenerlo costantemente agganciato allo schermo per monetizzare”.

Infine, “The Last Campfire” di Hello Games è stata una delle versioni più attese per Apple Arcade, dato il successo del gioco dell’azienda del 2016 “No Man’s Sky“. Il co-fondatore di Hello Games Sean Murray ha dichiarato a TechRadar del processo di sviluppo per Apple Arcade e dispositivi Apple:

“Volevamo che i controlli fossero nativi, quindi abbiamo iniziato ad utilizzare i controlli touch praticamente dal primo giorno: le primissime build cinque anni fa erano su iPad e iPhone”, ha affermato Sean Murray, cofondatore di Hello Games.

Murray ha aggiunto che Hello Games ha incontrato Apple nel 2018 per parlare dello sviluppo per Apple Arcade e la società in quell’occasione ha affermato di volere “esperienze premium native guidate in modo creativo“. 

Ultimamente, Apple sta cercando di cambiare strategia per la sua piattaforma di gioco, cercando di creare esperienze coinvolgenti che spingano gli utenti a rinnovare ogni mese l’abbonamento al servizio.

Cosa ne pensate di Apple Arcade?

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!