Apple bandisce da App Store alcune applicazioni che indicano la posizione dei posti di blocco ed autovelox

MacRumors ha scoperto un interessante cambiamento nelle Guidelines di App Store che riguarda tutte quelle applicazioni che aiutano i guidatori ad eludere i controlli stradali.

I cosiddetti DUI checkpoints sono dei posti di blocco, decisamente molto famosi in USA, attraverso i quali i guidatori delle autovetture vengono sottoposti a controlli per verificare il tasso alcolico, garantendo così la sicurezza di tutti. A questo punto penserete, “va bene, ma che c’entra Apple?”.

La società californiana ha deciso di bandire dal proprio store tutte quelle applicazioni che contengono informazioni – volte a permettere agli utenti la localizzazione dei posti di blocco – la cui pubblicazione non è stata autorizzata dalla legge. Il provvedimento prevede, inoltre, l’esclusione per tutte quelle apps che incoraggiano o rendono possibile la guida dopo aver bevuto.

Si tratta di un provvedimento che sicuramente farà felici i Senatori americani, e che comunque rappresenta un atto di responsabilità civile meritevole di citazione. Attenzione però, perchè anche in Italia potremmo assistere all’eliminazione di applicazioni che ci segnalano posti di blocco o del controllo della velocità.

Via | 9to5Mac

MacRumors ha scoperto un interessante cambiamento nelle Guidelines di App Store che riguarda tutte quelle applicazioni che aiutano i guidatori…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.