Sembra confermato l’accordo tra Apple e TSMC per la produzione dei nuovi processori

Nel mese di Giugno Reuters affermò che Apple aveva dato inizio a una serie di test produttivi del chip A6 con il produttore Taiwanese TSMC per le future generazioni di dispositivi iOS. Oggi Digitimes conferma il rumor che vuole Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC) come nuovo produttore al posto di Samsung.

Il desiderio di Apple di abbandonare Samsung deriva in gran parte dal fatto che le due società sono impegnate in una serie di cause legali una contro l’altra. La crescente battaglia legale tra le due società ha creato una situazione di disagio, rendendo difficili i rapporti tra Apple e quello che a tutt’oggi è uno dei suoi più grandi fornitori.

Ecco ciò che afferma il quotidiano Digitimes:

Apple ha recentemente firmato un accordo di partnership con la fabbrica Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC), secondo quanto dichiarato da alcune fonti del settore. Secondo i termini del contratto, TSMC applicherà le sue tecnologie di processo a 28 nm e 20 nm per produrre le prossime generazioni di CPU Apple.

Il contratto sembrerebbe essere a lungo termine e molto redditizio per l’azienda taiwanese:

TSMC avrebbe ottenuto l’estensione del contratto anche per la fornitura dei chip successivi all’A6. Inoltre il contratto è destinato ad incidere molto positivamente sui profitti dell’azienda TSMC, secondo quanto rivelato dalle fonti. TSMC è riuscita a negoziare un buon prezzo, ottenendo un buon margine lordo dagli ordini di Apple.

I dettagli del contratto ovviamente non sono pubblici e nessuna delle due aziende ha ancora confermato quanto detto dalle fonti.

Via | 9To5Mac

Nel mese di Giugno Reuters affermò che Apple aveva dato inizio a una serie di test produttivi del chip A6 con il produttore…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: