I danni della pirateria e l’iPod da 8 miliardi di dollari: come RIAA vede il mondo

La pirateria audiovisiva è una questione demonizzata dalle associazioni di discografici e difensori dei diritti d’autore di tutto il mondo, ma le organizzazioni americane hanno davvero una marcia in più. I loro dati parlano di 58 miliardi di dollari sottratti all’economia, in un anno, a causa della pirateria. C’è di più: un iPod può valere 8 miliardi di dollari in contenuto piratato! Ecco cosa ne pensa Rob Reid, fondatore di Rhapsody, in un divertente video.

 

I dati riportati da RIAA e MPAA, rispettivamente Recording Industry Association of America e Motion Picture Association of America, quindi i due grandi difensori degli interessi delle major del cinema e della musica, non possono non far sorridere: ogni anno, a causa del “furto di contenuti“, verrebbero meno 58 miliardi di dollari all’economia statunitense, senza considerare la perdita di svariate migliaia di posti di lavoro.

La cosa più diverte, però, è forse il risultato di un calcolo applicato ad iPod di Apple: più volte l’industria discografica ha quantificato il danno causato al settore per ogni singolo brano rubato in 150000 dollari americani. Beh, con un rapido conto, scopriamo che un iPod Classic può avere un valore di ben 8 miliardi di dollari!

Vi lasciamo al video di Rob Reid, che introduce la nuova “Matematica del Copyright“!

Via | CultOfMac

La pirateria audiovisiva è una questione demonizzata dalle associazioni di discografici e difensori dei diritti d’autore di tutto il mondo,…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: