I carrier europei criticano la tecnologia 4G dei nuovi iPad

Apple è una società internazionale che opera in tutto il mondo. Oltre al mercato nazionale, il mercato europeo e asiatico forniscono numerosi soddisfazioni alla casa di Cupertino che attualmente ha iniziato la commercializzazione del nuovo iPad presentato da poche settimane.

Durante la presentazione si è data molta enfasi sul fatto che fosse un dispositivo 4G rendendo quindi possibile il raggiungimento di una elevatissima velocità di navigazione tramite rete dati. Questa tecnologia ha attualmente senso negli Stati Uniti grazie alla disponibilità del LTE sui due principali operatori nazionali ovvero AT&T e Verizon. Tuttavia la tecnologia 4G è poco diffusa, per non dire quasi inesistente, in altri mercati al di fuori di quello statunitense e gli operatori telefonici in Australia e in Europa sono rimasti sconvolti dall’implementazione di tale connessione sul nuovo iPad.

La difficoltà degli operatori nasce proprio nello spiegare agli utenti che il nuovo iPad con connessione 4G in realtà non lo è. Gli operatori australiani Telstra e Opus hanno semplicemente ignorato il branding 4G trattando quindi il nuovo iPad come un tablet 3G, proprio come fatto con il predecessore. Il marchio 4G è affisso anche sul packaging del nuovo iPad e gli operatori europei hanno espresso le loro perplessità su questa dicitura in quanto si riporta un servizio che loro stessi non sono in grado, per ora, di fornire.

Inoltre viene suggerito come sarebbe stato meglio fornire la versione 4G solo per gli Stati Uniti e in territori dove tale tecnologia è disponibile, mentre una versione 3G altrove. La commercializzazione di diverse versioni di un proprio dispositivo non è esattamente nella politica di Apple. Apple avrebbe effettivamente dovuto gestire la faccenda in maniera migliore?

Via | idownloadblog

Apple è una società internazionale che opera in tutto il mondo. Oltre al mercato nazionale, il mercato europeo e asiatico…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: