ETSI seleziona lo standard mini sim proposto da Apple!

Novità per quanto riguarda la mini sim proposta da Apple che vi abbiamo mostrato tempo fa grazie alla segnalazione di TheVerge, questa volta però è l’ETSI (European Telecommunications Standards Institute) a scegliere il modello proposto da Apple come standard per le nanosim.

E’ quindi Apple a vincere questa volta contro le proposte di Nokia, RIM e Motorola, che avevano presentato anch’esse uno standard per la tecnologia mini sim, ma pare proprio che l’ETSI abbia ormai deciso di assegnare alla proposta di casa cupertino lo standard di quelle che saranno le future mini sim. Secondo un documento pubblicato quest’oggi, l’ETSI ha confermato che la mini sim proposta da Apple, o almeno quella presentata presenta le medesime dimensioni di quella proposta dalla casa di cupertino, sarà il prossimo standard per le 4FF SIM Card:

Il quarto form factor (4FF) sarà più piccolo del 40% rispetto al design corrente delle sim, larga 12.3 mm e alta 8.8mm e spessa 0.67mm. Può essere impacchettata e distribuita nello stesso modo in cui viene attualmente distribuita. Il nuovo design offrirà le stesse funzionalità delle correnti Sim Card.

Ecco inoltre uno stralcio del comunicato che spiega come verrà introdotta questa nuova sim:

Il nuovo form factor è stato adottato dall’industria con il coinvolgimento dei maggiori operatori di reti mobili, fornitori di smart card e produttori di dispositivi portatili. Il nuovo design sarà pubblicato a tempo debito nella specificazione TS 102 221 dell’ETSI, liberamente disponibile come tutti gli altri standard ETSI dal sito dell’ETSI.

Via | 9to5mac

Novità per quanto riguarda la mini sim proposta da Apple che vi abbiamo mostrato tempo fa grazie alla segnalazione di…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: