Anteprima Assoluta: Avatar, un capolavoro cinematografico sul nostro iPhone!

Avatar è una delle pellicole più attese per il Natale 2009. Nato dalla mente di James Cameroon è già stato presentato come uno dei film di fantascienza più costosi della storia del cinema con un livello di interazione tra attori veri e grafica digitale mai visto prima. Gameloft, in collaborazione con Fox (che ha prodotto il film) ha annunciato poche settimane fa l’uscita di un titolo ispirato al film. Noi abbiamo potuto provarlo in Anteprima durante il nostro meeting con Gameloft a Parigi e ve lo raccontiamo di seguito.

Avatar_iPhone_Screen_Banshee copia

La storia di Avatar racconta dell’invasione umana sul pianeta Pandora, molto simile alla terra per clima, vegetazione e… forme di vita. Pandora è infatti abitata dai Na’vi un popolo dalle sembianze molto simili a quelle umane ma con una cultura magica e misteriosa legata alle foreste che avvolgono il pianeta.

Avatar per iPhone è un gioco in stile Arcade che ci vedrà nei panni di un soldato americano, che dopo aver partecipato al progetto Avatar (che trasforma alcuni volontari in creature Na’vi), si perde nelle foreste di Pandora e comincia a capirne i suoi segreti e i suoi misteri fino al punto di abbandonare la sua missione per gli umani e cominciare a difendere il popolo dei Na’vi. Le vicende del gioco, pur mantenendo intatta l’ambientazione e i personaggi del film, si svolgono circa 30 anni prima della storia che vedremo al cinema e quindi raccontano vicende simili, ma sostanzialmente diverse da quelle della pellicola.

Avatar_iPhone_Screen_Shed

La prima cosa che salta agli occhi di Avatar per iPhone è la sua grafica: eccezionale, curata, ricca di sfumature ed effetti luce ma che non rinuncia alla fluidità dell’azione, che non scende mai al di sotto di un framerate di 30 fotogrammi al secondo. Abbiamo provato il gioco su un iPhone 3GS ma gli sviluppatori ci hanno assicurato che l’esperienza di gioco è identica anche su un 3G o un EDGE.

Se la grafica ci è piaciuta, la giocabilità è stata forse ancor più sorprendente: il nostro personaggio si può muovere liberamente all’interno degli scenari di gioco effettuando salti, evoluzioni e combo per far piazza pulita dei nemici che incontreremo durante i 15 livelli di gioco. Una delle cose che ci sono piaciute di più è la infatti varietà dei livelli, in cui dovremo alternare sessioni puramente arcade (salta, arrampicati, corri, schiva, ecc.. ecc…) a combattimenti, boss finali e, anche, un giro in groppa ad una banshee, una delle splendide creature volanti che popolano il mondo di Pandora.

Avatar_iPhone_Screen_Valley

Via via che supereremo gli ostacoli lungo il nostro percorso, acquisiremo nuove abilità che ci faranno diventare ancora più simili al popolo dei Na’vi. Se infatti in un primo momento i nostri avversari saranno le creature che popolano le foreste di Pandora, piano piano impareremo a governarle e inizieremo a scontrarci con i robot e le armi (noi ne avremo solo 4 durante tutto il gioco… più che sufficienti) costruite dagli umani per conquistare il pianeta.

Insomma, Avatar è un titolo che ci ha stupito, per la grafica, la giocabilità, la frenesia dei livelli e l’estremo coinvolgimento che offre agli utenti. Di solito i giochi tratti dai film non sono molto apprezzati dai videogiocatori, ma Avatar è riuscito a distinguersi dalla massa grazie ad una grafica che esalta il processore grafico dell’iPhone, un gameplay bilanciato e mai frustrante e soprattutto con una storia davvero ben raccontata. Lo aspettiamo in App store per il 15 dicembre, poco prima dell’uscita ufficiale del film di James Cameroon.

Avatar_iPhone_Screen_Fight

Qui sotto trovate il video trailer, in attesa del rilascio in AppStore:

Avatar è una delle pellicole più attese per il Natale 2009. Nato dalla mente di James Cameroon è già stato…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: