Samsung ha completato le indagini sui Galaxy Note 7 esplosivi: tra qualche giorno scopriremo la verità

Come anticipato negli scorsi giorni, Samsung ha completato le indagini riguardanti i Galaxy Note 7, ritirati dal mercato poche settimane dopo il lancio per diverse segnalazioni di dispositivi “esplosi”. A breve il colosso sud-coreano rilascerà un comunicato ufficiale, ma i dubbi sul “problema” sembrano essere davvero pochi: le batterie!

Samsung ha bisogno di mettersi alle spalle il Galaxy Note 7 e tutto quello che è successo dopo il suo lancio sul mercato. Cercherà di farlo con il tanto atteso Galaxy S8, che verrà presentato forse durante il MWC di Febbraio. Gli utenti e tutti gli interessati al mondo degli smartphone non hanno però dimenticato quanto accaduto, quindi la rivale di Apple non potrà che essere totalmente sincera sulla questione, fornendo spiegazioni dettagliate e le misure che adotterà per far sì che il problema non si ripresenti con altri dispositivi, per cercare di riconquistare la fiducia di molti clienti.

Maggiori dettagli Samsung dovrebbe rivelarli il 23 Gennaio, il giorno prima della conferenza sui risultati fiscali quarto trimestre fiscale.

Le ipotesi fatte per spiegare l’incredibile caos creato dai Galaxy Note 7 sono state molte, alcune credibili altre meno. Ad esempio, secondo alcune voci, Samsung avrebbe voluto anticipare Apple sul tempo e lanciare il Galaxy Note 7 prima di iPhone 7 e iPhone 7 Plus, ma ciò non avrebbe permesso di eseguire i dovuti test sulle batterie dei dispositivi.

Non ci resta che aspettare quindi il comunicato ufficiale di Samsung per scoprire quanto realmente accaduto. Riuscirà secondo voi il colosso tech a riconquistare la fiducia degli utenti? Dite la vostra nei commenti.

Via | Reuters

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
2
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: