Google: non abbiamo un piano per battere Apple!

Eric Schmidt, CEO di Google, ha recentemente dichiarato in un’intervista di non essere in concorrenza con Apple, nonostante gli screzi avuti negli ultimi periodi.

PUBBLICITÀ

Non abbiamo un piano per battere Apple se non come stiamo lavorando ed operando. Stiamo cercando di fare qualcosa di diverso da Apple e la notizia buona è che tale società ci sta rendendo le cose davvero molto facili. La differenza tra Apple e Google è facile da capire: sono completamente diversi. Google è completamente aperto; si tratta sostanzialmente di software libero, è gratis, si può modificare ed è possibile aggiungere qualsiasi tipo di applicazione, costruire qualsiasi tipo di modello di business e si può aggiungere qualsiasi hardware. Apple, invece, è completamente l’inverso.

Le dichiarazioni riportate non sono del tutto vere. Vediamo il perchè assieme!

Completamente aperta?

Come tutte le società, Google è aperta sotto certi aspetti ma sicuramente non apre al pubblico le loro ricerche e le loro piattaforme più importanti (quali AdWords). Con Apple è uguale: la società, infatti, offre diversi componenti Open Source ma tiene le migliori tecnologie ben strette per evitare dirette copiature da parte di aziende concorrenti.

La competizione si ha con i due sistemi operativi prodotti, ovvero iOS ed Android. Questa è la vera competizione, non di certo quella tra le due aziende. Vengono svolti ruoli differenti che, se combinati, riescono ad offrirci dei servizi davvero impeccabili. Apple prende di mira il cliente mentre Google si rivolge al produttore: è questa un’altra differenza presente.

Via | TiPb

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button