Siri confonde la ricerca delle prostitute ed indirizza i clienti nei locali dedicati agli eSports

20/03/2017

Un bizzarro errore di Siri sta facendo impazzire alcuni proprietari dei locali dedicati agli eSports. L’assistente vocale di Apple starebbe indirizzando le persone, che stanno cercando una prostituta, al centro eSport più vicino. Vediamo di capire da dove sorge questo banale errore.

Come segnalato dal sito The Star di Toronto, alcuni utenti hanno provato ad utilizzare Siri per ricercare una prostituta. Sorprendentemente l’assistente vocale è in grado di riconoscere bene la richiesta, proponendo l’indirizzo ed i vari contatti del punto d’interesse più vicino. In molti quindi hanno provato a raggiungere o contattare il locale ricercato, ottenendo una strana sorpresa. Il punto di interesse era di fatto un semplice locale o bar, che offriva intrattenimento tramite i popolari eSports. Invece di trovare le prostitute quindi, si sono ritrovati davanti dei videogiocatori, pronti a sfidarsi nelle battaglie online del loro videogioco preferito.

L’errore nasce da una semplice somiglianza tra le parole “eSports” ed “escorts” nella lingua inglese. Quest’ultima veniva di fatto utilizzata per definire le prostitute all’assistente vocale di Apple. Dopo la diffusione della notizia ci aspettiamo che Apple corregga questo problema, sopratutto perché molti proprietari di questi locali dedicati agli eSports si sono lamentati per le numerose chiamate ricevute nelle ore notturne.

Un bizzarro errore di Siri sta facendo impazzire alcuni proprietari dei locali dedicati agli eSports. L’assistente vocale di Apple starebbe…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
12
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.