Notizie

Gli editori Europei si sentono traditi da Apple e dal suo sistema di abbonamenti

Nonostante Apple non abbia ancora rivelato i termini del suo nuovo servizio di abbonamento alle applicazioni, i principali editori Europei hanno pianificato un summit a Londra per la fine di questo mese.

Dopo il rifiuto da parte di Apple di inserire nel suo store l’e-reader di Sony, gli editori di tutta Europa si sono scagliati contro Cupertino. L’International Newsmedia Marketing Media, che rappresenta circa 5.000 membri in 80 paesi nel mondo, ha fatto sapere di aver organizzato un incontro con l’Associazione degli Editori Online Europei, che si terrà il prossimo 17 Febbraio a Londra.

In qualche modo ci sentiamo traditi. Credevamo che l’iPad sarebbe stato un grande modo per accedere ai contenuti di quotidiani e riviste e per questo abbiano effettuato dei rilevanti investimenti che hanno aiutato e facilitato la diffusione dello stesso dispositivo.” Queste le parole del presidente dell’INMA.

La risposta della Apple non si è fatta attendere: “Al momento richiediamo che se un’applicazione offra ai propri clienti la possibilità di acquistare libri al di fuori dell’app, la stessa opzione sia disponibile anche all’interno dell’applicazione tramite la funzione in-app.

Tutto ciò va a complicare ulteriormente la già critica relazione tra editori ed Apple. Intanto il capo di iTunes, Eddy Cue, non ha voluto rilasciare dichiarazione ne tanto meno svelare un qualche minimo dettaglio, sulla nuova funzione abbonamenti, di cui si avranno a breve maggiori notizie.

Via | AppleInsider

Tag

Continua a leggere..

Lascia un commento

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!