Icona applicazione WhatsApp Messenger

WhatsApp Messenger

WhatsApp Inc.
Gratis

Whatsapp ha silenziosamente aggiunto una nuova funzione nella versione Android dell’applicazione che da un lato rappresenta un beneficio e dall’altra solleva nuove polemiche. Fino a poco fa, quando un utente Android riceveva un’immagine o un video da un amico e poi eliminava i file scaricati dalla cartella Galleria > Whatsapp, automaticamente non era più in grado di visualizzare i media all’interno da Whatsapp. Adesso invece, Whatsapp permette di scaricare nuovamente i contenuti eliminati.

Questo significa che Whatsapp continua a tenere una copia dei file sui propri server, anche dopo averli scaricati con successo.

La funzione era già parzialmente presente in precedenza ma con una differenza: i file multimediali inviati venivano conservati per un massimo di 30 giorni sul server nel caso in cui non risultasse possibile consegnarli. Una volta consegnati però, sarebbero stati eliminati immediatamente.

Adesso le cose sono cambiate. Il file continua a rimanere sul server nonostante la corretta consegna e non c’è più nemmeno il limite di 30 giorni.

Effettuando alcuni test infatti, i ragazzi di WABetaInfo hanno scoperto di riuscire a riscaricare immagini e video ricevute 2 mesi prima. Con alcuni tentativi, anche 3 mesi prima.

Sui file multimediali continua ad esserci una chiave di criptaggio end-to-end, quindi non c’è molto di cui preoccuparsi a livello di sicurezza, tuttavia la funzione desta alcuni dubbi e si pone in contrapposizione con quanto dichiarato nei termini del servizio (che probabilmente andranno ancora aggiornati). Tutto questo su iOS non accade per il momento.