WWDC18: Ecco il nuovo macOS Mojave con la Dark Mode

La nuova release di macOS si chiama Mojave (un deserto), un deserto davvero molto bello di giorno, ma anche di notte e, proprio per questa caratteristica Apple ha introdotto su macOS la Dark Mode, tanto attesa dagli utenti.

La Dark Mode di macOS Mojave non è soltanto una trasformazione della status bar. Cambia completamente l’ interfaccia di tutte le applicazioni presenti sul Mac.

La nuova Dark Mode, sarà molto apprezzata soprattutto dagli sviluppatori che potranno scrivere il codice delle applicazioni su sfondo scuro.

macOS Mojave introduce tante altre funzioni; partiamo dalla Scrivania, che spesso può risultare davvero piena di icone e cartelle, creando una confusione incredibile. Grazie alla funzione chiamata Stacks integrata su Mojave, potremo unire sul lato destro dello schermo tutte le decine di file che abbiamo e questi file vengono raggruppati secondo criteri ben precisi, tipologia di file, o altro. Posizionando il mouse su un’icona quest’ultima si espanderà permettendoci di scegliere il file che desideriamo.

Il Finder include una nuova modalità di visualizzazione chiamata Gallery View, simile alla modalità coverflow ma fatta soltanto di immagini, permette però di visualizzare anche i metadata di una foto nella parte laterale destra. L’area contestuale del finder adesso risulta dinamica. Cambia azioni rapide in base a quello che selezioniamo.

Nel QuickLook viene introdotto il Markup. Abbiamo il nuovo tasto per invocare il Markup velocemente per firmare i documenti e quant’latro senza mai aprirle.

Novità anche per gli screenshot. Quando effettuiamo uno screenshot avremo una piccola anteprima che si porterà nell’angolo in basso a destra dello schermo (come su iOS).

Potremo invocare una barra degli strumenti per gli screenshot e da qui decidere se effettuare uno screenshot dell’intera finestra, di un pezzettino, oppure un video della selezione.

Viene introdotto Continuity Camera

Dal Mac Potremo scegliere “Scatta una foto” e sul nostro iPhone si avvierà la fotocamera e, quando cliccheremo su conferma, la foto creata da iPhone si applicherà automaticamente nel nostro documento sul Mac.
macOS Mojave introduce anche l’applicazione News, naturalmente disponibile dove “Apple News” è attiva, quindi al momento novità che non riguarda noi Italiani.
Anche la Borsa arriverà su Mac, con i grafici sulla destra e le notizie sulla sinistra.
Arriverà anche l’applicazione delle Note Vocali, in questo modo tutte le note registrate da iPhone si sincronizzeranno automaticamente con il Mac e potremo riascoltarle, gestirle, salvarle o utilizzarle in Garage Band.
Mojave aggiunge nuovi controlli ai dati personali che possono essere letti dal sistema.
Sulla scia dell’App Store per iOS, Apple aggiorna anche il Mac App Store presente su macOS, non è simile ad iOS 11 ma è completamente nuovo. Oltre alle App integra anche le “Storie”, come su iOS.
La schermata di download delle applicazioni è stata aggiornata ed è molto simile a quella di iPhone. Vengono introdotte anche le anteprime video per le app.

La nuova release di macOS si chiama Mojave (un deserto), un deserto davvero molto bello di giorno, ma anche di…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
15
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.