Secondo quanto riportato da Reuters, una fonte anonima molto vicina ad Apple avrebbe dichiarato che l’azienda californiana non ha nessuna intenzione di intavolare delle trattative con Qualcomm, a nessun livello, e si sta preparando per il processo previsto per l’inizio del 2019.

Apple Qualcomm

I problemi tra le due società sono nati a causa della collaborazione tra Apple e Intel e riguardano nello specifico le forniture di chip modem per iPhone e iPad. Qualcomm ha accusato Apple di aver condiviso con Intel segreti commerciali propri e sostiene che il colosso di Cupertino gli debba 7 miliardi di dollari di royalties arretrate.

Apple, invece, ritiene che la pratica di Qualcomm di richiedere una percentuale sul prezzo di vendita dei telefoni come tassa di licenza relativa a brevetti di cui in realtà non detiene i diritti sia illegale. La società californiana ha poi invitato i suoi fornitori a trattenere le royalties su Qualcomm fino a quando la disputa non verrà risolta.

Finora, sembra che sia Apple ad aver ragione. Qualcomm è infatti stata multata di 1,2 miliardi di dollari dall’UE per abuso di posizione dominante, di 773 milioni di dollari da Taiwan per aver aumentato i prezzi applicati a brevetti e componenti concessi o venduti ai propri clienti, ed è stata citata in giudizio dalla Federal Trade Commission degli Stati Uniti.

Ma non è tutto. Nei giorni scorsi, un giudice federale ha stabilito che Qualcomm deve concedere in licenza parte della sua tecnologia relativa a chip modem per smartphone alla concorrenza, tra cui c’è anche Intel.

Nonostante le tante sanzioni inflitte a Qualcomm però, Apple non sembra intenzionata a cambiare idea. Non scenderà a patti con la società produttrice di chip come invece sperava il CEO Steve Mollenkopf, che lo scorso luglio dichiarò quanto segue:

Continuiamo a parlare. Abbiamo anche un certo numero di … strategie legali. E speriamo che, attraverso la combinazione di entrambi questi percorsi, si arriverà ad una risoluzione. Siamo fiduciosi.”

La fonte anonima di Reuters però sostiene il contrario:

Non c’è assolutamente nessuna trattativa significativa tra noi e Qualcomm, e non c’è nessun accordo in vista. Ci stiamo preparando per il processo.”

Come risultato della controversia, Apple ha abbandonato Qualcomm come fornitore di modem e ora utilizza esclusivamente chip modem Intel per i nuovi modelli di iPhone iPad. Questa collaborazione dovrebbe continuare nel 2019 e anche nel 2020.