Entra su Scontiamolo, il nostro canale di Offerte e Sconti su Telegram.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Notizie

Apple Watch non rileva AFib oltre i 120 bpm

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Apple ha riconosciuto nella sua presentazione della FDA che l’Apple Watch non è in grado di rilevare AFib quando la frequenza cardiaca è superiore a 120 battiti al minuto e un rapporto suggerisce che ciò significa che potrebbe non riuscire a rilevare la condizione tra il 30% e il 60% dei casi.

Apple ha sempre prestato attenzione a sottolineare i limiti della capacità di Watch di rilevare AFib.

Un rapporto di Fortune afferma:

Apple indica apertamente che il suo smartwatch “non è costantemente alla ricerca di AFib” e che “le persone con AFib potrebbero non ricevere una notifica”.

Tuttavia, afferma che l’incapacità dell’Apple Watch di rilevare AFib quando la frequenza cardiaca dell’utente è superiore a 120 bpm è una limitazione molto significativa.

I soggetti con AFib, hanno in genere una frequenza cardiaca da 100 a 175 battiti al minuto (bpm), secondo la Mayo Clinic. Nel 2015, uno studio pubblicato negli Annals of Medicine ha scoperto che in un gruppo di 2.821 pazienti con AFib di nuova insorgenza, la frequenza cardiaca media era di 109 bpm. Ma, secondo lo studio, circa un terzo dei pazienti aveva una frequenza cardiaca superiore a 120. Inoltre, alcuni di questi pazienti stavano assumendo farmaci beta-bloccanti, una terapia farmacologica comunemente usata per controllare la velocità e i sintomi rapidi di AFib. Poiché i beta-bloccanti causano una riduzione diretta della frequenza cardiaca, questi pazienti possono avere una frequenza cardiaca più lenta di quanto sarebbe tipico per un gruppo di pazienti non trattato, con conseguente sottovalutazione delle frequenze cardiache AFib reali.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

In un altro recente studio clinico pubblicato su Circulation, i ricercatori hanno esaminato la capacità dell’Apple Watch di rilevare AFib in un gruppo di pazienti post-cardiochirurgia, una complicanza comune dopo questa procedura. Lo studio ha rilevato che l’Apple Watch ha rilevato l’anomalia in solo 34 casi su 90, con una precisione del solo 41%.

In altre parole, uno studio ha rilevato che l’Apple Watch non rileva l’AFib in circa un terzo dei casi, mentre un secondo ha rilevato che il tasso di fallimento potrebbe raggiungere il 59%.

La preoccupazione espressa nel rapporto è che può creare un falso senso di sicurezza.

Le “notifiche di ritmo irregolare”, come sono descritte da Apple, fanno comunque parte degli avvisi di Apple Watch, creando potenzialmente un falso senso di sicurezza per un consumatore che potrebbe non aver letto, o potrebbe non capire, gli avvertimenti importanti che Apple ha notato.

Naturalmente, la risposta di Apple a questo sarebbe che, senza un dispositivo come l’Apple Watch, il tasso di rilevamento tra le persone asintomatiche sarebbe dello 0%.

Va anche notato che Apple ha scelto di non avere il certificato FDA per rilevare AFib al di sopra di 120 bpm. Un altro dispositivo ha ottenuto l’autorizzazione FDA l’anno scorso per rilevare due nuove condizioni cardiache, non perché il dispositivo avesse nuove funzionalità, ma perché la società ha raggiunto il punto in cui aveva abbastanza fiducia in esso per presentare la domanda.

Le innovazioni relative alla frequenza cardiaca, alla variabilità della frequenza cardiaca, alle aritmie e alla vasta opportunità di analisi – tutto ciò che si adatta al polso – offriranno un’enorme opportunità per la diagnosi e il trattamento. Apple ha adottato importanti misure per portare al consumatore una tecnologia utile e importante, evidente con Apple Watch e il suo ampio successo.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.