Anteprime

UFFICIALE: Il supporto multipiattaforma per WhatsApp arriverà a breve con tante altre novità

Zuckerberg ha confermato che il supporto multipiattaforma è in arrivo su Whatsapp. Renderà l'app molto più versatile e probabilmente verrà resa disponibile su qualsiasi dispositivo. In arrivo anche tante altre novità

C’è tantissima carne sulla brace per quanto riguarda WhatsApp. L’applicazione si sta preparando per ottenere i più grandi aggiornamenti di sempre.

Le informazioni che leggerete di seguito sono state ottenute da WABetaInfo, il quale è riuscito a parlare sia con gli sviluppatori di WhatsApp che direttamente con Mark Zuckerberg, il quale ha svelato alcune delle funzionalità in arrivo.

La più importante sarà sicuramente il supporto multi-piattaforma dell’applicazione. Arriverà entro un paio di mesi e permetterà di accedere al vostro Whatsapp da più dispositivi, come ad esempio 2 iPhone, infiniti computer, ed anche dai Tablet, proprio come facciamo con Telegram.

E’ stato difficile modificare l’aspetto tecnico del funzionamento di WhatsApp per ottenere questa funzione ma alla fine si è riusciti a farlo in un modo elegante, il migliore possibile, a detta di WhatsApp.

Quando poi nella chat è stato aggiunto Zuckerberg, si è parlato del supporto agli iPad e possiamo anticiparvi che arriverà entro fine anno. Il supporto al multi-piattaforma sicuramente aiuterà a sviluppare l’app per tablet.

Tra le altre funzioni che arriveranno su WhatsApp, segnaliamo la “modalità scomparsa” che permetterà di creare delle conversazioni in cui i messaggi scompaiono automaticamente dopo un certo numero di secondi. Inoltre, Zuckerberg, ha confermato che presto arriverà la modalità “visualizza una sola volta” che permetterà di inviare foto e video senza la possibilità di salvarle in galleria, bensì che spariranno dopo averle guardate una volta, come avviene su Instagram o, come sempre, su Telegram.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button