PUBBLICITÀ
iPhone 13

iPhone 13 vs iPhone 12: prestazioni a confronto

Quali sono le differenze in termini di prestazioni tra i nuovi modelli di iPhone 13 e la gamma iPhone 12?

Durante il keynote di ieri sera, Apple ha passato diverso tempo a parlare dei propri chip e, soprattutto, del nuovo A15 Bionic. Nonostante ciò, non ha mai paragonato le prestazioni dell’iPhone 13 (chip A15) con quelle del suo predecessore, iPhone 12 (chip A14).

Di solito, Apple mostra quanto sia più veloce e più potente l’ultimo iPhone rispetto al modello precedente, ma questa volta non lo ha fatto, portando qualche perplessità ad alcuni giornalisti del settore.

La società ci ha parlato di quanto la durata della batteria dell’iPhone 13 sia migliorata rispetto a quella dell’iPhone 12, di quanto siano migliori le fotocamere, della tacca più piccola, dei nuovi tagli di memoria, delle nuove colorazioni, del display ProMotion e altro ancora. Ma l’unico confronto delle prestazioni riguardava telefoni Android non specificati.

Secondo Jason Snell di MacWorld è improbabile che sia un’omissione accidentale:

Ecco un fatto divertente sull’annuncio dell’A15 Bionic: Apple non ha confrontato le sue prestazioni con l’A14. In passato, la società paragonava la potenza dei suoi nuovi iPhone con i modelli precedenti. Ma quest’anno, ha scelto di dire solamente che l’A15 ha il 50% di prestazioni grafiche e CPU migliori “rispetto alla concorrenza”.

Dato che la società è stata sempre in vantaggio rispetto alla concorrenza degli smartphone in termini di potenza del processore, ciò suggerisce che le differenze tra il chip A15 e l’A14 siano minime, rispetto ai processori Qualcomm che troviamo nei principali telefoni Android.

Negli ultimi anni, ogni generazione di chip successiva ha offerto un miglioramento di circa il 20% nelle prestazioni single-core. Quest’anno potrebbe essere diverso.

SemiAnalysis, invece, sostiene che Apple ha perso i suoi migliori ingegneri di chip e, di conseguenza, non è stata in grado di offrire i miglioramenti delle prestazioni che ha avuto in passato.

I guadagni in termini di prestazioni della CPU di Apple si fermano, il futuro sembra offuscato e l’impatto dell’esodo degli ingegneri della CPU verso Nuvia e Rivos inizia farsi sentire.

Per anni la società è stata acclamata per avere i migliori core della CPU per i carichi di lavoro dei consumatori. Hanno di gran lunga le prestazioni per clock e l’efficienza più elevate delle migliori CPU attuali di AMD e Intel. Ciò è stato guidato da guadagni vertiginosi con modifiche architettoniche ogni anno per oltre un decennio.

Ora, con l’A15, questi miglioramenti sono davvero rallentati.  Invece di confrontarlo con la generazione precedente come fanno di solito, hanno optato per il confronto con “concorrenti”. È fantastico, ma mancano solo pochi mesi alla presentazione dei nuovi chipset Qualcomm, Samsung e MediaTek.

Il sito mostra quindi le prove che le prestazioni dell’A14 e dell’A15 potrebbero essere quasi identiche, basandosi sulle affermazioni condivise dalla società sulle prestazioni del nuovo iPad mini.

La cosa più importante da notare è che i miglioramenti della CPU sono identici dall’A12 all’A14 così come lo sono dal chip A12 al chip A15.

SemiAnalysis ritiene che il core di nuova generazione sia stato posticipato dal 2021 al 2022 a causa di problemi con le risorse dei tecnici della CPU. Nel 2019, è stata fondata e successivamente è stata acquisita da Qualcomm per 1,4 miliardi di dollari. Il Chief CPU Architect di Apple, Gerard William, e oltre 100 altri ingegneri della società sono partiti per unirsi a questa nuova realtà.

La fuga di cervelli continua e gli impatti saranno più evidenti con il passare del tempo.

Tuttavia, ricordiamo che la GPU presente nel nuovo chip A15 Bionic sui modelli di iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max è a 5 core anziché 4, quindi le differenze nell’uso quotidiano potrebbero essere molto più evidenti.

Cosa ne pensate?

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button