macOS

macOS Monterey: ecco le funzionalità esclusive dei Mac Apple Silicon

Sfortunatamente, solo i possessori di Mac alimentati dai chip Apple Silicon potranno sfruttare alcune funzionalità introdotte con macOS Monterey.

macOS Monterey è stato presentato per la prima volta durante il keynote della WWDC21 e oggi, dopo quattro mesi, è stato finalmente rilasciato.

PUBBLICITÀ

Tuttavia, non tutti gli utenti saranno in grado di sfruttare le nuove funzionalità, poiché diverse funzioni saranno disponibili solo per i modelli di Mac M1, M1 Pro e M1 Max.

Ecco le funzionalità introdotte da in macOS Monterey che saranno disponibili solo per i Mac Apple Silicon:

Modalità ritratto su FaceTime: solo i possessori di Mac Apple Silicon saranno in grado di sfocare lo sfondo durante una videochiamata FaceTime.

Mappe: il mappamondo interattivo e l’esperienza dettagliata delle nuova città saranno disponibili solo sulle macchine alimentate dal chip Apple Silicon. Con queste due funzionalità, gli utenti saranno in grado di interagire con un globo 3D ed esplorare città come San Francisco, Los Angeles, New York e Londra con diversi dettagli.

Siri: la sintesi vocale neurale in più lingue è disponibile solo sui suddetti modelli di Mac. Con macOS Monterey, questa funzione sarà disponibile in: svedese, danese, norvegese e finlandese.

Dettatura sul dispositivo: la dettatura tramite tastiera aiuta a proteggere la privacy dell’utente eseguendo tutte le elaborazioni completamente offline. Con macOS Monterey, gli utenti possono dettare testi di qualsiasi lunghezza senza limiti di tempo.

Una delle funzionalità elencate come esclusive dei Mac Apple Silicon è diventata disponibile anche per gli utenti Intel. Con il rilascio di macOS Monterey, tutti gli utenti possono utilizzare Live Text in Foto, che offre la possibilità di interagire con il testo nelle foto.

Cosa ne pensate di queste caratteristiche esclusive dei Mac Apple Silicon?

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button