Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Cloud Music: ecco un confronto tra i tre principali player!
Notizie

Cloud Music: ecco un confronto tra i tre principali player! 

Apple, Amazon, Google. Non possiamo certo dire che il cloud music non sia qualcosa su cui oggi, la maggior parte delle aziende tecnologiche stanno puntando. Con l’aumentare del numero di player involti in questo mercato, la speranza è che migliorino anche le offerte per noi clienti finali. In questo articolo andiamo a mettere a confronto i servizi dei 3 big.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

La tabella che trovate in alto è stata realizzata da paidContent e ci permette di mettere a confronto quelle che attualmente sono le offerte dei tre principali operatori del settore.

Una delle differenze che troviamo tra Amazon e Google da una parte ed Apple dall’altra, è la possibilità di effettuare lo streaming dei propri contenuti, che al momento la società di Cupertino non ha preso in considerazione. E’ pur vero però, che sia Amazon che Google non danno la possibilità di effettuare il download dei materiali dopo che questi ultimi sono stati salvati sul cloud.

Sebbene sia possibile identificare per ognuno dei tre servizi dei pregi e dei difetti, al momento iCloud sembra avere la meglio sugli altri. La ragione principale di questo successo, soprattutto nel lungo termine, è rappresentata dagli accordi con diverse case discografiche su cui Apple può fare affidamento.

Il frutto di questi accordi è iTunes Match, un sistema decisamente interessante attraverso il quale tutti i brani della nostra libreria verranno analizzati e associati a quelli presenti sui server di Apple. In questo modo avremo a disposizione in ogni luogo e momento la nostra libreria musicale e non saremo vincolati da alcuni limite di spazio. Il tutto per 25$ l’anno.

Google si invece limitata ad offrire 100 GB, mentre Amazon garantisce ai suoi clienti 5 GB di spazio gratuiti , con la possibilità di estenderli a 20, pagando una tariffa annuale di 20 dollari.

Queste sono le premesse, non appena il servizio di Apple sarà finalmente attivo, potremo iniziare a raccogliere le prime impressioni e vedere chi realmente avrà la meglio. Nel frattempo fateci sapere le vostre opinioni a riguardo.

Via | 9to5Mac

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.