Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Prosegue la progettazione dell’impianto ecocompatibile in North Carolina
Notizie

Prosegue la progettazione dell’impianto ecocompatibile in North Carolina 

Dal punto di vista ambientale Apple sta cercando di fare veramente il possibile. Qualche settimana fa è stata infatti confermata la costruzione del nuovo data center nella cittadina di Maiden in North Carolina. Tale impianto servirà a gestire la crescente quantità di servizi online quali iCloud e sarà ecocompatibile tramite lo sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili. Tra le varie intenzioni vi è quella della costruzione del più grande parco nazionale di pannelli solari e di celle a combustibile.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

 

Il partner scelto per la costruzione dell’impianto sarebbe BloomEnergy, azienda californiana specializzata nella costruzione di sistemi a celle a combustibile come i noti Bloom Energy Server, generalmente chiamati Bloom Box. Tali “server” possono utilizzare una grande varietà di ingressi, compresi idrocarburi liquidi o gassosi prodotti da fonti organiche, per generare energia elettrica. Dotati di un’elevata efficienza sono caratterizzati da basse emissioni inquinanti.

Bloom, con sede a Sunnyvale per l’esattezza, ha già fornito celle a combustibile ad Apple, attualmente in funzione proprio nel noto campus. Il sito GigaOm ha effettuato alcune ricerche riguardo all’installazione di tale impianto da 5 megawatt e ha dichirato:

Bloom offre “server” in grado di fornire 100 kW e questo potrebbe tradursi in 50 Bloom Energy Server installati presso il futuro datacenter del North Carolina. Bloom ha già trattato con altre aziende per impianti di grandi dimensioni in Delaware, per la costruzione di un impianto di 30 MW e a San Jose per l’installazione di 12 “server” presso il campus Adobe.

Apple sta inoltre pubblicizzando il fatto che tali celle a combustibile funzioneranno a biogas e c’è da dire che Bloom ha una notevole esperienza in tale campo. Attualmente sia Adobe che eBay funzionano proprio su celle a combustibile Bloom alimentate a biogas.

Apple è chiaramente interessata a perseguire l’impiego di fonti energetiche rinnovabili per le sue strutture, laboratori e soprattutto per i centri di elaborazione dati, visto il grande fabbisogno energetico richiesto.

Via | MacRumors

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.