Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

E’ ufficiale: l’antitrust americano cita Apple per la sua politica dei prezzi sugli e-book
Notizie

E’ ufficiale: l’antitrust americano cita Apple per la sua politica dei prezzi sugli e-book 

La notizia era ampiamente nell’aria e ve ne avevamo già parlato qui ma adesso è ufficiale. Apple è stata citata insieme agli editori Hachette, HarperCollins, Macmillan, Penguin and Simon & Schuster per aver imposto una propria politica dei prezzi che sfavorisce la concorrenza per il mercato degli e-book.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

 

L’ufficialità è arrivata  qualche minuto fa ed è stata riportata da bloomberg. Pare che Apple, insieme agli editori  Hachette, HarperCollins, Macmillan, Penguin and Simon & Schuster siano stati citati dall’antitrust del governo americano per aver imposto una propria politica dei prezzi che di fatto tagliava fuori la concorrenza.

Secondo le indiscrezioni della prima ora pare che tutte le case editrici tranne McMillian ed Apple siano pronte a rivedere le proprie posizioni (probabilmente accettando una grossa sanzione), per evitare gli enormi costi legali di quella che sarà certamente un’altra grossa battaglia legale in cui verrà coinvolta Apple.

Nel mirino pare ci sia la politica dei prezzi introdotta con iPad nel 2010 che garantisce il 30% degli introiti ad Apple. Modello che vede ogni editore stabilire il prezzo, a patto di una revenue del 30% ad Apple stessa e a patto che la concorrenza non offra un prezzo minore per quel determinato prodotto.

In realtà questa politica dei prezzi è nata con iTunes nel mercato musicale. Al centro della questione questa volta potrebbe esserci di mezzo Amazon, e l’intenzione del governo americano pare voglia andare nella direzione in cui possano essere gli editori stessi e scegliere liberamente il prezzo dei propri prodotti.

Tuttavia le notizie sono ancora frammentarie, vi terremo aggiornati sugli sviluppi delle prossime ore direttamente in quest’articolo. 

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.