Notizie

Fortune: Ecco come Tim Cook sta cambiando Apple

Il noto magazine Fortune ha di recente proposto un’analisi su Apple & Tim Cook in cui viene affermato come il nuovo CEO di Apple sia riuscito a trasformare l’azienda.

A circa nove mesi di distanza dal suo insediamento, il magazine Fortune ha ritenuto utile tirare le somme e raccontare com’è cambiata la vita all’azienda Cupertino, ora che Steve Jobs non c’è più.

A quanto pare, il nuovo CEO di Apple sta riuscendo a mettere in ordine anche quelle cose che Steve Jobsnon riusciva a sistemare, o meglio, su quelle cose in cui l’ex CEO di Apple lasciava correre:

Cook dalla sua longeva esperienza di oltre 14 anni di lavoro presso Apple, sta riuscendo a mantenere la maggior parte della cultura aziendale della mela morsicata. Ovviamente, Cook ha apportato alcuni cambiamenti di comportamento e tono, che sono risultati molto evidenti. In generale Apple è diventata leggermente più aperta e considerevolmente più “corporate“. Cook, nei suoi 9 mesi da CEO è riuscito a mettere in atto alcuni cambiamenti di cui Apple aveva bisogno ed è riuscito a soddisfare alcune richieste da parte degli impiegati. E’ come se Cook abbia una “lista della spesa” che deve attuare per migliorare la “sua azienda”.

Le parole scritte all’interno dell’articolo pubblicato sul magazine Fortune, sono importanti ed interessanti riflessione che ci fanno capire come Apple è cambiata in seguito all’insediamento di Tim Cook nel ruolo di CEO. Ovviamente, non possiamo ancora dire che Apple è diventata un’azienda “normale”, ma sicuramente è sulla buona strada per diventarlo.

Via | MacNN

Continua a leggere..

Lascia un commento

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!