Lo scorso 17 Luglio la casa di Steve Jobs a Palo Alto è stata derubata e secondo quanto riporta il MercuryNews, una rivista di San Jose, la refurtiva è costituita da computer e oggetti personali che ammontavano intorno ai 60000$.

Ecco quanto affermato dal vice procuratore distrettuale della contea di Santa Clara, Tom Flattery:

La casa del defunto co-fondatore di Apple sul blocco 2100 di Waverley Street a Palo Alto è stata svaligiata il 17 luglio… Più di $ 60.000 di “computer e oggetti personali “sarebbero stati rubati, ma Flattery ha rifiutato di dire se questi appartenevano a Jobs, che è morto l’anno scorso all’età di 56 anni, o ad un altro membro della famiglia.

Attualmente, sempre secondo quanto riporta il MercuryNews, i presunti rapinatori sono stati arrestati, tra questi Kariem McFarlin di 35 anni, in carcere con una cauzione di 500.000$.

Tra le poche informazioni è noto che la moglie di Jobs, Laurene Powell Jobs, e il resto della famiglia al momento del furto non erano in casa poiché la proprietà nel mese di Luglio era in fase di ristrutturazione, circondata di impalcature. In alto potete visionare alcune foto della villetta rilasenti al 4 Luglio scattate da Forbes.

Via | 9to5mac