Apple ha rilasciato ieri agli sviluppatori la prima beta di iOS 6.1. Alcuni utenti iniziano a riportare le prime differenze rispetto a l’ultima release e sicuramente al centro dell’analisi ci sono le tanto discusse mappe introdotte da iOS 6.0.

Secondo molti analisti, il nuovo servizio Mappe di Apple è stato uno dei più grandi debacles dell’azienda. Quando Scott Forstall annunciò che Apple avrebbe sostituito il datato ma completo Google Maps con un proprio servizio self-made, la maggior parte degli utenti erano entusiasti all’idea. Tuttavia all’entusiasmo iniziale non sono bastati gli edifici 3D e la navigazione turn-by-turn a smorzare le polemiche. Le nuove mappe sono state criticate sin dalla prima beta release per il minor livello di dettagli rispetto al servizio predecessore.

Tutto questo ha sollevato una grande polemica che ha attirato l’attenzione dei media, portando quindi il CEO Tim Cook a scrivere una lettera di scuse al pubblico. Nonostante ciò, dal momento del rilascio di iOS 6.0 nel mese di settembre si sono notati già diversi miglioramenti.

Benché l’applicazione presente di default non riporti particolari problemi, l’intera opera di miglioramento è da effettuare sulla cartografia. Nella prima beta release di iOS 6.1 l’applicazione che gestisce il servizio mappe non riporta per ora grandi differenze rispetto alla precedente e il maggior carico di lavoro è stato effettuato durante tutti questi mesi da Apple sulla cartografia. Apple punta molto sulle segnalazioni da parte dell’utente i quali possono sempre segnalare errori nel servizio di cartografia.

Via | idownloadblog