Notizie

Apple e HTC devono rivelare i dettagli del loro accordo a Samsung

Qualche settimana fa Apple e HTC hanno raggiunto uno storico accordo con il quale le due aziende pongono fine alle problematiche dovute all’utilizzo dei rispettivi brevetti. Samsung ha chiesto poi di visionare tale accordo e ieri il giudice Paul S. Grewal ha ritenuto valida la richiesta.

L’accordo di cooperazione stretto fra HTC ed Apple mira a porre fine alle estenuanti battaglie legali e che cerca di rafforzare la presenza sul mercato delle due aziende. Samsung non ha mai mostrato interesse riguardo ad un accordo extragiudiziale tra le parti per porre fine alla battaglia legale.

Samsung ha poi chiesto di visionare i dettagli dell’accordo perché se nel pacchetto di brevetti concessi in licenza ad HTC ci sono alcuni brevetti ritenuti essenziali coinvolti anche nella  sua battaglia legale con Apple, potrebbe rimettere in discussione il rimborso miliardario dovuto ad Apple per la violazione degli stessi.

Apple e HTC hanno perciò presentato una copia dell’accordo senza includere però i dettagli prettamente economici perché ritenuti capaci di ledere gli affari delle società. Il giudice Grewal ha però imposto di rendere noti anche gli importi pattuiti. La copia integrale dell’accordo sarà visionata soltanto dai legali e difficilmente verranno diffuso dettagli pubblicamente.

 Secondo gli analisti, la compagnia taiwanese si sarebbe accordata nel pagare dai 6 agli 8 dollari ad Apple per ogni suo dispositivo Andoroid venduto. Chou, il CEO di HTC, ha però recentemente smentito le voci ritenendo le cifre “scandalose”.

Via | Redmondpie

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!