Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Il numero di brevetti concessi a Google è cresciuto del 170% nel 2012
Brevetti

Il numero di brevetti concessi a Google è cresciuto del 170% nel 2012 

Senza ombra di dubbio Google è la società che ha aumentato maggiormente il proprio portflio brevetti nel 2012. La battaglia sulle proprietà intellettuali come sapete non finisce mai, ed ogni azienda sta correndo ai ripari cercando di aggiudicarsi la paternità di più brevetti possibili.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

es-jpg

Il colosso di Mountain View ha ricevuto ben 1151 brevetti nel 2012, che se si confrontano con quelli dell’anno prima, si parla di un aumento del 170%. Apple deve accodarsi, con “soli” 1136 brevetti, facendo registrare un aumento del 68%. Google ha recentemente raggiunto un accordo con la FTC per vietare l’utilizzio di alcuni suoi brevetti essenziali, la maggior parte dei quali raccolti con l’acquisizione di Motorola Mobility nel 2011.

La legge afferma che i brevetti essenziali dovrebbero essere concessi in licenza mediante eque, ragionevoli e non discriminatorie negoziazioni. Google ha cercato di rinforzare il proprio portafoglio di brevetti intellettuali per guadagnare una posizione di dominio sotto questo aspetto, il tutto per affrontare aziende come Apple che non esitano a ricorrere ai tribunali per le violazioni brevettuali.

Vista l’ormai infinita guerra in corso tra le società ed i loro brevetti, l’attenzione sembra essersi spostata maggiormente su chi si accaparra per primo più brevetti, senza mettere in pratica le innovazioni che li riguardano. Probabilmente se un’invenzione viene brevettata, sarebbe utile sperimentarla, e non registrarla con il solo piacere di non farla usare da nessun altro.

Via | Engadget

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.