Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Brevetti

Apple pronta per una nuova rivoluzione: la tecnologia in grado di anticipare le azioni dell’utente

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Fino a poco tempo fa sarebbe stato assurdo immaginare che il vostro iPhone potesse imparare i vostri comportamenti in modo del tutto autonomo, ma Apple ancora una volta ha colto nel segno. Un recente brevetto mostra come la società di Cupertino stia lavorando ad un nuovo e rivoluzionario sistema.

iPhone-5-Apple-Store-533x400

Il nuovo sistema scovato da Apple consiste nel creare un device “predittivo“, in grado di anticipare e prevedere le mosse dell’utente e le relative esigenze. Il brevetto, depositato nel 2011, evidenzia la presenza di una serie di sensori sul bordo dello smartphone, permettendo all’iPhone di regolarsi automaticamente, senza il vostro input. Immaginate se il vostro melafonino fosse capace di attivare la modalità silenziosa, quella in standby o avviare una play list a seconda dei fattori ambientali in cui vi trovate.

Apple ha descritto il suo brevetto come “Electric device with automatic mode switching”, ovvero “Dispositivo in grado di cambiare automaticamente modalità”. Il fulcro di questa nuova tecnologia è un nuovo modulo di riconoscimento della “situazione” o contesto (Situation Awareness Module), il quale riesce a combinare segnali come movimenti, posizione o luce ambientale.

Apple-patent-8385039-drawing-001

Per darvi alcuni esempi pratici, basti pensare come l’iPhone potrebbe far comparire la tastiera quando rileva che il dispositivo viene tenuto con entrambe le mani, oppure le telefonate, che di solito vengono effettuate con una sola mano. Il modulo di controllo della situazione è collegato ad una serie di cosiddette “Truth Tables” (letteralmente Tabelle di Verità), come potete vedere nell’immagine sottostante:

Apple-patent-8385039-drawing-003

Queste tabelle interpretano i dati del sensore ed in seguito li applicano alle funzioni che possono essere personalizzate. Per esempio, un basso livello di rumore ambientale potrebbe segnalare che state entrando in una libreria, e in questo modo si abiliterà automaticamente la modalità Do Not Disturb. Ovviamente tali azioni potranno essere disabilitate dall’utente, il quale potrà scegliere quando attivare i sensori.

Apple-patent-8385039-drawing-002

Questo brevetto è soltanto l’ultimo di una serie di tecnologie su cui Apple sta lavorando. Questo dimostra che la società sta seriamente progettando un dispositivo capace di stupire nuovamente il cliente finale. Unico neo che condizionerà queste innovazioni resterà sempre la batteria, poichè più sensori sono attivi e più energia verrà consumata. Vedremo se Apple risolverà anche questo inconveniente.

Via | iDownloadBlog

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.