Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Apple fornisce i nostri dati alla richeste dei governi, ma le altre aziende? Ecco un’interessante Infografica
Notizie

Apple fornisce i nostri dati alla richeste dei governi, ma le altre aziende? Ecco un’interessante Infografica 

La  Electronic Frontier Foundation (EFF) ha presentato uno studio su come i big della tecnologia trattano la privacy degli utenti che utilizzano dispositivi mobili e come reagiscono alle richieste da parte dei rispettivi governi. Apple arranca, ma non è la sola.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

whyb-frontpage

Nell’era di internet, smartphone, tablet e virus informatici di ogni genere, i nostri dati personali sono spesso e volentieri a rischio, ma a pochi sorge il dubbio di come le più importanti società dell’IT si comporino con i nostri dati. Perlopiù siamo abituati a ritenere una società come Apple una tra le più affidabili, ma invece non è così. Se a chiedere i nostri dati personali fosse il governo stesso, la società di Cupertino non opporrebbe molta resistenza a fornire ciò di cui necessita.

La EFF, organizzazione per la difesa dei diritti digitali e della libertà in internet, ha pubblicato la ricerca “Who has your back“, la quale mostra come le più grandi società del mondo tecnologico siano inclini a proteggere i nostri dati dalle richieste governative. Per effettuare tale studio, la EFF ha preso in considerazione termini di servizio, trasparenza e privacy per gli utenti, e politiche di sensibilizzazione o di difesa dell’utenza, assegnando o meno una stella per ciascuna categoria analizzata. Ecco di seguito il risultato ottenuto:

classifica

Apple riesce ad aggiudicarsi solamente una stella, poichè non richiede un mandato per fornire i nostri dati ad un governo o indagine che li richieda, non informa l’utente sulle richieste da parte del governo, non pubblica relazioni di trasparenza, non lotta per i diritti degli utenti in tribunale. L’unica operazione effettuata dalla società di Cupertino è la lotta in Congresso per i diritti della privacy degli utenti.

Ovviamente ci sono società davvero ottime sotto questi aspetti, come Twitter, Sonic.net (6 stelle su 6), Google, Dropbox e LinkedIn (5 su 6). Inoltre pensate che società del calibro di MySpace e Verizon non hanno ottenuto nemmeno una stellina.

Voi cosa ne pensate?

Via | TomsHW

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.