Notizie

Samsung accusata di essere entrata in possesso di informazioni riservate tra Apple e Nokia

Nel corso del dibattito Apple contro Samsung, il giudice Paul S. Grewal, del Distretto della California settentrionale, ha rivelato che alcuni dirigenti della società sud-coreana sono entrati in possesso di informazioni commerciali riservate riguardanti accordi tra Apple e Nokia. La società di Cupertino (e molto probabilmente nei prossimi giorni anche Nokia) ha deciso di citare Samsung per la violazione commessa.

tribunale samsung apple

Queste informazioni, che il giudice Grewal definisce come “altamente confidenziali“, riguardavano accordi di licenza tra Apple e Nokia. Paul Melin, Chief Intellectual Propery officer della società finlandese, ha dichiarato che Seungho Ahn, dirigente Samsung, durante un colloquio nel mese di giugno,  “recitò i termini della licenza Nokia-Apple” cercando di ottenere un accordo vantaggioso con Nokia, in virtù delle informazioni entrate in suo possesso.

La corte sta cercando di scoprire come tali informazioni siano state divulgate, visto che i documenti potevano essere visionati solo dai consulenti interni delle società coinvolte nella causa; come se non bastasse sembrerebbe che, nel corso del dibattimento, siano stati esaminati non solo gli accordi tra Apple e Nokia, ma anche quelli tra Apple ed altri partners quali Ericsson, Sharp e Philips.

La difesa di Samsung ha dichiarato di non sapere chi è entrato in possesso delle informazioni in questione, e che provvederà immediatamente a svolgere un’indagine interna. Il caso rimane aperto; il prossimo 22 ottobre le parti si riaggiorneranno.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!