Notizie

Il Touch Id dell’iPhone 5S apre la strada alla diffusione dei sensori di impronte digitali

Secondo gli analisti di IHS, nei prossimi 4 anni il mercato dei lettori di impronte digitali crescerà di ben 11 volte, anche grazie alla forte spinta che ha dato Apple inserendone uno proprio all’interno del suo ultimo dispositivo di punta. Inoltre, solo quest’anno verranno venduti ben 45,7 milioni di smartphone con sensori di questo tipo.

iPhone-5S-e-sicurezza-come-funziona-il-Touch-ID_h_partb

Stando ad IHS, Apple avrebbe lanciato ancora una volta una nuova tecnologia. “Nuova” si fa per dire dal momento che è da anni che esistono lettori di impronte digitali, Apple però è stata la prima società a rilanciarla e ad utilizzarla su dispositivi destinati ad un vasto pubblico.

Solo quest’anno infatti verranno venduti ben 45,7 milioni di smartphone con sensori di questo tipo. Nei prossimi anni il mercato crescerà fino ad 11 volte, per arrivare quindi nel 2017 con oltre 525 milioni di dispositivi con lettore di impronte digitali integrato venduti.

I primi lettori furono introdotti negli smartphone nel 2000, quando Sagem lo utilizzò per la prima volta. Successivamente anche altre aziende come Fujitsu, Pantech, LG e Motorola realizzarono dispositivi simili ma la tecnologia era ancora imperfetta. Quella presente in iPhone 5S è invece molto più avanzata e grazie anche al processore A7 a 64 bit la velocità di rilevazione è incredibilmente veloce.

Nel futuro a breve termine sono molte le aziende pronte a rilasciare smartphone con lettori di impronte. È il caso di HTC col suo One Max, del Konka k5 Van Gogh, del Pantech Vega Secret Note o di uno smartphone Samsung atteso per il 2014.

Via | BGR

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!