L’ANTITRUST indaga su iTunes, Google, Gameloft per la diffusione di App e Giochi apparentemente gratuiti

16/05/2014

Nuovi avvenimenti coinvolgono Apple (in particolare iTunes) e non solo per alcuni titoli messi a disposizione sui portali che inizialmente gratuiti, richiedono futuri acquisti da parte dell’utente per poter continuare ad usufruire del titolo: l’antitrust indaga.

antitrust-indaga-su-itunes-app-store-applicazioni-gratis

Con antitrust si definisce il complesso delle norme giuridiche che sono poste a tutela della concorrenza sui mercati economici.

L’autorità Giovanni Pitruzzella ha deciso di avviare un’istruttoria (la raccolta degli elementi di fatto e diritto necessari ad assumere una decisione) nei confronti di aziende quali Google, Amazon, Apple (iTunes nello specifico), Amazon e Gameloft (nota casa di produzione di videogame).

Ciò che avrebbe fatto scattare il sopracitato meccanismo sono alcuni giochi e app messi a disposizione dei consumatori. Tali titoli, infatti, vengono inizialmente presentati come completamente gratuiti ma accade spesso che l’utente venga invogliato ad effettuare determinati acquisti per continuare ad usufruire del gioco o a garantirne lo scorrimento.

Lo scopo è quello di capire se tale strategia rappresenti una pratica commerciale scorretta e se l’utente sia ben informato riguardo “gli acquisti secondari” che verrà spinto ad effettuare in fase postuma al download del titolo gratuito.

Restiamo in attesa di eventuali evoluzioni.

Nuovi avvenimenti coinvolgono Apple (in particolare iTunes) e non solo per alcuni titoli messi a disposizione sui portali che inizialmente…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.