Nonostante Apple Pay non abbia ancora compiuto un mese di vita negli Stati Uniti, il suo tasso di utilizzo e di gradimento pare promettere un futuro radioso per il metodo di pagamento Apple. A quanto pare dagli ultimi dati ricevuti, anche il mondo dei pagamenti digitali sta iniziando a beneficiare dell’esistenza della nuova funzione made in Cupertino.

applepaymastercard

Se si analizzano ad esempio i dati sugli acquisti nelle catene Mc Donald’s, si noterà che il 50% dei pagamenti effettuati mediante sistemi tap-to-pay è stato eseguito tramite Apple Pay. Nella catena di farmacie Walgreens, inoltre, sono addirittura raddoppiati i pagamenti mobile.

Le cifre, decisamente incoraggianti, si estendono a diversi settori del mercato. La catena di supermercati gestita da Whole Foods, ad esempio,  nel periodo compreso dal 20 Ottobre al 6 Novembre mostra l’elaborazione di oltre 150,000 transazioni.

Ci sono sicuramente store in cui la nuova tecnologia ha avuto meno successo. E’ il caso di Toys R Us, catena con 8770 store negli USA, che non ha visto un forte incremento dei pagamenti mobile. Le alte cariche sono però fiduciose del fatto che bisogna solo aspettare che i clienti imparino ad usare la nuova tecnologia.

L’analista di Forrester Research, Denée Carrington, suggerisce che il successo di Apple Pay è da ricercare sicuramente nella fiducia riposta dall’utenza nel brand Apple, ma soprattutto nella sua semplicità di utilizzo che ne favorirà rapidamente la diffusione.

Come riflesso secondario, inoltre, Apple Pay ha aumentato l’interesse del pubblico verso i pagamenti virtuali in generale come Google Wallet e Softcard.

Via | 9to5mac