La FAA (Federal Aviation Administration) ha concesso ad Amazon l’autorizzazione per far volare i propri droni al fine di testare il programma Prime Air. Il CEO di Amazon, Jeff Bezos, aveva annunciato il programma sperimentale nel Dicembre 2013.

amazon-prime-air

L’azienda, leader nel settore del commercio su internet, è ora ufficialmente autorizzata a procedere con la sperimentazione di questo servizio. La FAA, ha infatti concesso “l’experimental airworthiness certificate” che consente all’azienda statunitense di testare i droni sull’intero territorio nazionale.

Il suddetto permesso ha però delle condizioni alle quali Amazon dovrà sottostare. Tra le restrizioni vi è l’obbligo di far volare i droni soltanto di giorno e con condizioni meteorologiche adeguate, con una buona visibilità, e non oltre i 120 metri di quota, inoltre i droni dovranno volare sotto il controllo di un pilota in possesso di un regolare brevetto.

Staremo a vedere come si svilupperà il programma e se ci saranno dei cambiamenti durante i test con i droni, ma contiamo sulla determinazione dell’azienda per questo ambizioso progetto.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.