Notizie

Tim Cook si scaglia contro la legge sulla “libertà religiosa” approvata nell’Indiana

Il CEO di Apple Tim Cook ha condiviso la sua disapprovazione, tramite Twitter, sulla decisione del governatore dell’Indiana Mike Pence di firmare una controversa legga sulla “libertà religiosa”, affermando che Apple è “profondamente delusa”.

timcook

La legislazione sulla “libertà religiosa”, che è stata approvata da Pence questo Giovedì, permetterà alle aziende di negare volontariamente i loro servizi ai clienti omosessuali per convinzione religiosa. Ovviamente sono molte le organizzazioni e le imprese negli Stati Uniti che fin da subito hanno criticato l’approvazione del disegno di legge, e diverse tra queste hanno dichiarato che smetteranno di supportare lo stato.

Nei suoi Tweet, Cook ha inoltre chiesto al governatore dell’Arkansas Asa Hutchinson di bloccare la H.B.1228, una legge simile che è stata recentemente approvata dal senato dello stato dell’Arkansas, e ha ribadito l’impegno di Apple nel lottare contro ogni tipo di discriminazione. Ogni cliente va trattato allo stesso modo, ha affermato Cook.  

Cook ha dichiarato pubblicamente la sua omosessualità lo scorso Ottobre, ma anche prima di allora, ha fortemente sostenuto l’uguaglianza e criticato ogni forma di discriminazione. Nel 2013, il CEO di Apple ha tenuto una conferenza sulla parità dei diritti alla Auburn University, e nello stesso anno, sia lui che Apple hanno pubblicamente sostenuto l’Employment Nondiscrimination Act.

Via | MacRumors

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!